Posto al sicuro

Di cosa si tratta?

Il posto al sicuro viene usato in vari approcci terapeutici ed è una tecnica immaginativa. Proprio per questo all’inizio può risultare difficile da usare per alcune persone, ma come tutte le attività con la pratica diventa più facilmente accessibile. Inizialmente è bene esercitarsi in un luogo tranquillo, ma una volta acquisita, questa tecnica può essere utilizzata ovunque, proprio perché si basa sulle immagini.

Come fare?

Sicuramente può essere utile apprendere questo strumento all’interno di un percorso terapeutico, guidati da un professionista che può dirti se effettivamente è qualcosa di utile per te. Ecco in cosa consiste:

Sediamoci in una stanza dove possiamo prenderci qualche minuto di tranquillità. Concentriamoci sul nostro respiro in modo da portarlo a un ritmo calmo e regolare. Pensiamo poi a un posto reale o di fantasia che ci trasmetta una sensazione di calma e tranquillità, nel quale ci sentiamo al sicuro. A questo punto cerchiamo di percepirlo concentrandoci su più canali sensoriali: quello che vediamo, quello che sentiamo a livello tattile, quello che udiamo, quello che odoriamo.Soprattutto dobbiamo prestare attenzione e sentire la sensazione di sicurezza.

Le altre tecniche di rilassamento

Oltre al posto al sicuro, esistono altre tecniche che possono essere utili nella regolazione dell’ansia, come la mindfulness o il training autogeno.