Attacchi di panico

Come sapere se ti riguarda?

Vi racconterò di Federico, una persona inventata, col fine di illustrarvi le caratteristiche dell’attacco di panico. 

Federico ha 23 anni, frequenta l’ultimo anno della facoltà di matematica. I suoi genitori si sono separati di recente ed è molto preoccupato per la tesi che sta scrivendo. Mi racconta che da qualche mese si verificano alcuni episodi che avevano sintomi molto simili a quelli dell’infarto. Durante uno di questi episodi si è recato in Pronto Soccorso  e il medico, dopo aver effettuato tutti i controlli, gli dice che a livello organico sta bene e che probabilmente quelli che ha sono attacchi di panico. Gli indica quindi di rivolgersi ad uno psicologo. Quello che accade durante questi episodi, mi racconta Federico, è che il cuore inizia a battere molto forte, aumenta la sudorazione, gli sembra di soffocare a volte percepisce anche una sensazione di morte imminente. Non gli era mai capitato e non riesce a capire come mai sta così.

Alcuni dati:

Circa una persona su dieci ha occasionali attacchi di panico isolati. Il 2% della popolazione è colpito dal disturbo da panico, ovvero da episodi ricorsivi di attacchi di panico. 

Suggerimenti bibliografici

Questi libri possono essere utili per chiarirsi le idee su ansia e emozioni, e da affiancare in un eventuale percorso psicoterapico.

Altre difficoltà legare all'ansia

Oltre al disturbo d’ansia generalizzato, esistono altri tipi di difficoltà legate all’ansia. Ansia generalizzata, disturbo da stress post-traumatico e fobie specifiche sono tra i più diffusi.

Come ridurre l'ansia?

Di seguito alcuni degli strumenti utilizzati in psicoterapia per ridurre i sintomi ansiosi.